Multivitaminico
  • Multivitaminico
  • Multivitaminico in capsule
  • Confronto multivitaminico
  • Composizione e posologia del multivitaminico
  • Integratore alimentare multivitaminico
  • Flacone di multivitaminico
Multivitaminico
Multivitaminico Multivitaminico in capsule Confronto multivitaminico Composizione e posologia del multivitaminico Integratore alimentare multivitaminico Flacone di multivitaminico

Il Multi

IT-MULTI-pictos.png

Essenziali per il corretto funzionamento del corpo, vitamine e minerali non sono sempre sufficientemente presenti nelle diete occidentali. Ci sembra corretto dire che i multivitaminici sono la chiave di volta di una buona azione preventiva in tema di salute. 

Piuttosto di sviluppare l'ennesima formula onnicomprensiva, abbiamo voluto concentrarci su 27 principi attivi chiave adatti a tutti: vitamine bioattive, D3 vegetale, minerali ad alto assorbimento, estratti vegetali, CoQ10...

90 capsule • a partire da 2/dì

22,90 €


Risparmia con i packs
Pack di 3 Multi
68,70 € 65,00 € Économisez 3,70 € Aggiungi al carrello
Pack Tono
42,80 € 40,00 € Économisez 2,80 € Aggiungi al carrello
sans omg
Senza OGM
sans lactose
Senza lattosio
sans gélatine
Senza gelatina
sans gluten
senza glutine
sans excipients
senza eccipienti*
100% vegan
100% Vegan
made in france
Made in Francia

*senza eccipienti controversi. Utilizziamo un estratto di riso bio.

« La piramide alimentare dovrebbe includere l'assunzione quotidiana di multivitaminici. »

Walter Willett • Head of nutrition department – Harvard

« La piramide alimentare dovrebbe includere l'assunzione quotidiana di mulltivitaminici. »

Walter Willett • Head of nutrition department – Harvard

EFFICACIA

27 nutrienti essenziali

Il nostro complesso si concentra su sostanze nutritive che sono difficili da trovare negli alimenti. I nostri dosaggi sono stabiliti sulla base di studi clinici che hanno dimostrato i loro benefici per la salute. Contiene 14 vitamine, 5 minerali, 4 carotenoidi, 2 bio-flavonoidi, coenzima Q10, acido alfa lipoico ed è privo di minerali pro-ossidanti (ferro, rame e manganese).

Vitamine naturali e bioattive

Niente più forme artificiali! Abbiamo selezionato nuove vitamine « pronte all'uso » come la P'-5-P (B6), il Quatrefolic® (B9), la metilcobalamina (B12), la vitamina A, E e D3 sotto forma vegetale.

Un nuovo sale di magnesio!

Per la prima volta, un magnesio che combina alto contenuto E assorbimento. Permette di ridurre il numero di capsule al giorno mantenendo un'alta efficienza.

BENEFICI

Questa panacea di nutrienti bio-identici è stata selezionata con l’obiettivo di includere un massimo di benefici.

Salute delle cellule

    • I folati, le vitamine B12, D3, lo zinco e il magnesio giocano un ruolo chiave nella divisione cellulare,
    • Le vitamine B2, C, E, lo zinco e il selenio contribuiscono a proteggere le cellule contro lo stress ossidativo,
    • La vitamina C contribuisce alla rigenerazione della forma ridotta della vitamina E,
    • La vitamina A gioca un ruolo nel processo di specializzazione cellulare,
    • La vitamina B12 contribuisce alla formazione normale di globuli rossi,
    • La vitamina B2 contribuisce al mantenimento normale dei globuli rossi,
    • La vitamina K contribuisce alla normale coagulazione del sangue,
    • Lo zinco contribuisce al normale metabolismo della vitamina A,
    • I folati contribuiscono alla normale formazione del sangue,
    • Lo zinco contribuisce alla sintesi normale del DNA.

Salute mentale

    • Le vitamine B2, B6, B8, B12, C e il magnesio  contribuiscono al funzionamento normale del sistema nervoso,
    • Le vitamine B3, B6, B8, B9, B12, C e il magnesio contribuiscono alle normali funzioni psicologiche,
    • La vitamina B5 contribuisce alla normale sintesi e metabolismo degli ormoni steroidi della vitamina D e di alcuni neurotrasmettitori,
    • La vitamina B5 contribuisce alla normale attività intellettuale,
    • Lo zinco contribuisce alla normale funzione cognitiva.

Energia

    • Le vitamine B2, B3, B5, B6, B8, B12, C e il magnesio contribuiscono al normale metabolismo energetico,
    • Le vitamine B2, B6, B8, B12, C e il magnesio contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso,
    • Le vitamine B2, B3, B5, B6, B9, B12, C e il magnesio contribuisce a ridurre la fatica,
    • La D3 e il magnesio contribuiscono alla normale funzione muscolare.

Sintesi enzimatiche chiave

    • La vitamina B8 e lo zinco contribuiscono al normale metabolismo dei micronutrimenti,
    • La vitamina B6 contribuisce al normale metabolismo delle proteine e del glicogeno,
    • Le vitamine B9 e B12 contribuiscono al metabolismo normale dell’omocisteina,
    • Il magnesio e lo zinco contribuiscono alla sintesi proteica normale,
    • I folati contribuiscono alla normale sintesi aminoacidi,
    • Lo zinco contribuisce al metabolismo normale degli acidi grassi,
    • Lo zinco contribuisce al normale metabolismo glucidico.

Sistema immunitario

    • La vitamina C e lo zinco contribuiscono a mantenere il funzionamento normale del sistema durante e dopo uno sforzo fisico importante,
    • Le vitamine A, B9, B12, D3 e il selenio contribuiscono al normale funzionamento del sistema immunitario.

Salute oculare

    • Le vitamine A, B2 e lo zinco contribuiscono al mantenimento normale della vista,

Salute digestiva

    • Le vitamine A, B2, B3 e B8 contribuiscono al mantenimento normale delle mucose.

Fertilità

    • Lo zinco contribuisce alla normale fertilità e ad una normale riproduzione,
    • Il selenio contribuisce alla normale spermatogenesi.

Gravidanza e allattamento

    • La D3 è necessaria per la normale crescita e sviluppo osseo dei bambini,
    • I folati contribuiscono alla crescita dei tessuti materni durante la gravidanza,
    • Le vitamine A, B2 e C contribuiscono al normale metabolismo del ferro,
    • Il ferro contribuisce alla normale funzione della tiroide.

Salute ossea

    • Le vitamine D3, K, lo zinco e il magnesio contribuiscono al mantenimento di una normale ossatura normale,
    • La D3 contribuisce al normale tasso di calcio nel sangue,
    • Il magnesio contribuisce alla normale dentatura.

Equilibrio acido-basico

    • Lo zinco contribuisce al normale metabolismo acido-basico,
    • Il magnesio contribuisce all’equilibrio elettrolitico.

Nutricosmetica

    • La vitamina C contribuisce alla normale formazione di collagene per assicurare la normale funzione delle gengive, dei vasi sanguigni, della cartilagine e della pelle,
    • La vitamina B8, lo zinco e il selenio contribuiscono al mantenimento di capelli normali,
    • Le vitamine A, B2, B3 e B8 contribuiscono al mantenimento normale della pelle,
    • Lo zinco e il selenio contribuiscono al normale mantenimento delle unghie.

MODI D'USO

Quando assumere il multivitaminico ?

Non importa il momento della giornata, ciò che conta è prendere le capsule a metà o alla fine di un pasto contenente dei grassi. Beneficerai quindi del massimo assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E e K) e degli acidi grassi!

Come prendere capsule e compresse ?

È molto semplice, devi prendere le capsule con un bicchiere d'acqua.

Quante capsule ?

Raccomandiamo 3 capsule al giorno.

COMPOSIZIONE

Per 3 capsule

Vitamine

• Vitamina A (estratto di Dunaliela : 800 μg (VNR* : 100%)
• Vitamina B1 (Tiamina HCL) : 2,2 mg (VNR* : 200%)
• Vitamina B2 (Riboflavina) : 2,8 mg (VNR* : 200%)
• Vitamina B3 (Nicotinamide) : 16 mg (VNR* : 100%)
• Vitamina B5 (Pantotenato di calcio) : 6 mg (VNR* : 100%)
• Vitamina B6 (Piridossale-5-fosfato) : 2 mg (VNR* : 143%)
• Vitamina B7 (Inositolo) : 30 mg
• Vitamina B8 (Biotina) : 51 μg (VNR* : 100%)
• Vitamina B9 (Quatrefolic®) : 200 μg (VNR* : 100%)
• Vitamina B12 (Metilcobalamina) : 2,7 μg (VNR* : 100%)
• Vitamina C (Acido L-Ascorbico) : 80 mg (VNR* : 100%)
• Vitamina D3 (Colecalciferolo di licheni) : 1000 UI (VNR* : 500%)
• Vitamina E (Nutrabiol®) : 12 mg (VNR* : 100%)
• Vitamina K2 (K2VITAL® DELTA) : 80 μg (VNR* : 107%)

Minerali

• Magnesio elementare (UltraMag®) : 150 mg (VNR* : 40%)
• Zinco elemento (Gluconato) : 10 mg (VNR* : 100%)
• Selenio (Lievito di selenio) : 30 μg (VNR* : 54%)
• Iodio (Estratto di fucus) : 10 μg (VNR* : 6,7%)
• Cromo elementare (Chromax®) : 25 μg (VNR* : 62%)

Cofattori

• N-Acetil-Cisteina : 180 mg
• Acido Alfa Lipoico (forma R) : 50 mg
• Rutina (estratto di S. japonica) : 32 mg
• Esperidina (estratto di limone) : 32 mg
• CoEnzima Q10 : 30 mg
• Quercitina (extrait de S. japonica) : 20 mg
• Luteina (estratto di tagete) : 7 mg
• Licopene (estratto di pomodoro) : 1 mg

Altri ingredienti

Magnesio micro-incapsulato, Capsula di origine vegetale HPMC, N-acetil-L-cisteina, Acido alfa lipoico, Nu-RICE®, Zinco gluconato, Acido ascorbico, Estratto di Dunaliela, Menaquinone-7, Rutina, Esperidina, CoQ10, Inositolo, Acetato d-alfa-tocoferile, quercetina, nicotinamide, lievito di selenie, estratto di calendula, lichen colecalciferolo, estratto di fucus, pantotenato di calcio, estratto di pomodoro, piridossal-5-fosfato, riboflavina, tiamina HCL, acido (6S) - 5-metiltetraidrofolico, metilcobalamina, cromo piccolinato, biotina.

*VNR : valori nutrizionali di riferimento

SCIENZA

Vitamine, micronutrienti essenziali

Le vitamine fanno parte della categoria dei micronutrienti (compresi anche minerali e oligoelementi). Questi componenti derivano principalmente dalla nostra dieta perché non sono sintetizzati dal nostro corpo. I micronutrienti sono richiesti in piccole quantità per il nostro sviluppo vitale, la prevenzione delle patologie e il nostro benessere generale [1]. Ogni giorno, il nostro corpo ha bisogno di vitamine per la sua omeostasi fisiologica, che troviamo nella nostra dieta. Esistono due categorie di vitamine: vitamine idrosolubili, vale a dire solubili in acqua (vitamine dei gruppi B e C) e vitamine liposolubili, ovvero solubili nei grassi (vitamine A , D, E e K).

Fonti alimentairi*

Alimenti più ricchi di g di vitamina per 100 g di cibo

Vitamine idrosolubili

Vitamina B1 (Tiammina)
Lievito alimentare, crusca di cereali, cereali, semi oleosi, carne di maiale.

Vitamina B2 (Riboflavina)
Fegato, uova, alcuni formaggi e funghi.

Vitamina B3 (Nicotinamide)
Crusca di cereali, fegato, pesce grasso, pollame e altre carni.

Vitamina B5 (Acido pantotenico)
Funghi, fegato, uova, un po 'di pollame e formaggio.

Vitamina B6 (Piridossina)
Erbe aromatiche essiccate, crusca di cereali, fegato di pollame e semi oleosi.

Vitamina B7 (Inositolo) / Vitamina B8 (Biotina)
Fegato, uova, pesce e carne, legumi, funghi, semi germogliati.

Vitamina B9 (Acido folico)
Fegato, lievito alimentare, legumi, semi oleosi, spinaci, erbe aromatiche essiccate.

Vitamina B12 (Cobalamina)
Fegato, crostacei, pesci grassi e altri pesci.

Vitamina C (Acide ascorbico)
Cibo crudo: guava, ribes nero, prezzemolo, pepe, limone, cavolo, kiwi, agrumi.

Vitamine liposolubili

Vitamina A (Retinolo)
Erbe aromatiche essiccate, fegato, tonno, funghi secchi.
Alimenti ricchi di carotenoide provitamina A (beta-carotene): carote, patate dolci, spinaci, zucca.

Vitamina D (Calciferolo)
Olio di fegato di merluzzo, fegato di merluzzo, pesce azzurro, uova di pesce e alcune margarine.

Vitamina E (Tocoferolo)
Olio di germe di grano e altri oli vegetali, semi oleosi.

Vitamina K (K1 : Filloquinone et K2 : Menaquinone)
Vitamina K1: erbe aromatiche essiccate, cavolo, spinaci, insalate.
Vitamina K2: fegato, burro, pollame, yogurt.

*La composizione nutrizionale degli alimenti è disponibile sul sito web ANSES, l'Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare, ambientale e della salute sul lavoro.

Consumo di vitamine

Le vitamine non provengono tutte dagli stessi alimenti, quindi è necessario avere un consumo vario (alimenti di diversi gruppi alimentari principali) ma anche una dieta diversificata (alimenti dello stesso gruppo alimentare) . I micronutrienti non hanno alcun valore energetico (in sostanza, non influenzano direttamente il nostro bilancio energetico, né per perdere peso né per ingrassare!) Rispetto ai macronutrienti, che hanno un impatto diretto e sensibile (carboidrati, lipidi e proteine ). L'ESFA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) ha stabilito i valori nutrizionali di riferimento (VNR) per le vitamine riassunte nella tabella seguente:

Vitamine e VNR nell'adulto, quantità/dì

Vitamina B1 (Tiammina)
0,1 mg / energia consumata
Per individuo a 2200 Kcak/j = 0,91 mg

Vitamina B2 (Riboflavina)
1,6 mg

Vitamina B3 (Nicotinamide)
1,6 mg / energia consumata
Per individuo a 2200 Kcal/j = 14,6 mg

Vitamina B5 (Acido pantotenico)
5 mg

Vitamina B6 (Piridossina)
1,7 mg (Uomini)
1,6 mg (Donne)

Vitamina B8 (Biotina)
40 μg

Vitamina B9 (Acido folico)
330 μg
(in forait alimentari*)

Vitamina B12 (Cobalamina)
4 μg

Vitamina C (Acide ascorbico)
110 mg (Hommes)
95 mg (Femmes)

Vitamina A (Retinolo)
750 μg

Vitamina D (Calciferolo)
15 μg (soit 600 UI)

Vitamina E (Tocoferolo)
13 mg (Uomini)
90 mg (Donne)

Vitamina K Filoquinone
70 μg


*I folati alimentari sono meno ben assimilati dell'acido folico.

D'altra parte, questi VNR, e quindi i bisogni, si evolvono in funzione di determinate situazioni fisiologiche particolari, in particolare nelle donne in gravidanza o in allattamento e negli anziani. Durante la gravidanza, la necessità di vitamina B12 (da 4 a 4,5 μg al giorno) e di folati (da 330 a 600 μg al giorno) è notevolmente aumentata. Anche i bisogni di vitamina A (da 750 a 1.300 μg al giorno) e di vitamina C (da 95 a 155 mg al giorno) aumentano durante l'allattamento. Questi dati suggeriscono l'importanza del periodo pre-parto durante il quale uno stato nutrizionale ottimale garantirebbe le "riserve" di micronutrienti per i periodi di gravidanza e allattamento, che sono decisivi per la salute futura del neonato. Infine, gli anziani sono più esposti ai deficit nutrizionali a causa di una diminuzione e dei cambiamenti nell'assorbimento dei micronutrienti [2], nonché dei cambiamenti nel consumo (riduzione dell'appetito, scelte alimentari pronunciate per alimenti carichi di aromi, ecc.). Ci sono altre ragioni che possono causare menomazioni. In effetti, possono derivare semplicemente da diete povere o seguire altri tipi di fattori come difetti di assorbimento correlati a patologie intestinali o persino l'assunzione di farmaci [3].

Sembra quindi sorgere una domanda cruciale: possiamo davvero dire di avere un profilo di consumo ottimale nei nostri attuali modelli alimentari? Sfortunatamente, le transizioni alimentari che abbiamo affrontato e che stiamo ancora affrontando sono estremamente rapide e brutali. Siamo passati dai modelli di consumo tradizionali caratterizzati da un'alta densità nutrizionale a modelli di consumo moderni caratterizzati, da parte loro, da un'alta densità di energia [4,5], che costituisce un vero problema di salute pubblica. Più concretamente, questi cambiamenti hanno quindi portato a una diminuzione della qualità del nostro cibo (riduzione del consumo di micronutrienti e fibre essenziali), in particolare associata all'intensificazione dei processi industriali (aumento del consumo di prodotti grassi / dolci e industriali; bassa qualità degli alimenti ricchi di micronutrienti essenziali, in particolare vitamine) [6]. Oltre a questi parametri dietetici, stili di vita e ambientali nuovi, limitano il raggiungimento di determinati bisogni vitaminici come la vitamina D (l'80% della vitamina D proviene dalla fotoconversione nella pelle da parte dei raggi UVB (sole ) [7].

Infine, il problema non si basa essenzialmente sul fatto che la nostra dieta sia completa (equilibrata) o meno. Si tratta di accettare che la specie umana sia una formidabile macchina di adattamento, ma che il suo corollario implica che non siamo mai adattati al 100% a un dato biotipo. Oggi i nutraceutici offrono la possibilità di garantire o addirittura superare queste esigenze al fine di garantire il nostro benessere e la nostra salute per il futuro.

Scegli il tuo multivitaminico: vitamine accuratamente selezionate da Nutri&Co

Qui ti diamo alcune chiavi ma soprattutto alcune informazioni essenziali per prendere la giusta direzione in termini di multivitaminici, vista la grande offerta di prodotti sul mercato. Per beneficiare degli effetti delle vitamine, devi essere sicuro che raggiungano i loro obiettivi, idealmente in una forma attiva (= "pronta per l'uso"). Questo è ciò che definisce la famosa biodisponibilità: un nutriente deve essere in grado di essere assorbito dalla mucosa intestinale e di essere utilizzato in modo efficace. Vengono presi in considerazione diversi criteri per garantire la biodisponibilità di un composto e in particolare la sua forma (struttura specifica della molecola). In effetti, alcune forme sono chiamate bioattive, vale a dire che corrispondono ad una forma direttamente utilizzabile dall'organismo, il che facilita il lavoro di assimilazione di quest'ultimo [8].

E se prendessimo un esempio concreto? Parliamo un po 'di vitamina B9 (acido folico dei folati dietetici). Nell'ambito della formula Nutri & Co, la vitamina B9 è stata selezionata sotto forma di Quatrefolic. Quest'ultimo corrisponde al 5-metiltetraidrofolato (5-MTHF) che è una forma di folati. L'assunzione di questa forma bioattiva consente anche di ottenere un'alta biodisponibilità della vitamina B9 senza dover passare per la formazione di molecole intermedie. Quando il corpo ingerisce acido folico "standard", deve trasformarlo 4 volte prima di ottenere la forma attiva come Quatrefolic®. Queste trasformazioni successive generano ovviamente delle perdite[9].

La combinazione di bioattività e biodisponibilità consente di fornire una forma di vitamina B9 bioidentica.

È in questo approccio di efficienza, e dopo più di un anno di ricerca, Nutri & Co ha sistematicamente scelto le vitamine nella loro forma bioattiva.

Vitamine, ma anche minerali e cofattori

Oltre alle vitamine, la nostra formula combina anche la presenza di magnesio, oligoelementi (piccoli minerali) e cofattori a complemento dell'azione di supporto delle reazioni fisiologiche mentre abbiamo eliminato i minerali potenzialmente pro -ossidanti o "antagonisti" (ferro e manganese in particolare). Inoltre, il calcio non è stato incluso nel nostro Multi, poiché l'attuale consenso scientifico evidenzia l'assunzione dietetica sufficiente di calcio nella popolazione europea.

Un esempio di oligoelemento cruciale per il nostro corpo è lo zinco. Si trova principalmente in carni rosse, alcuni semi, e crostacei. Nel contesto di alterazioni moderate, si possono osservare disturbi come ritardo della crescita, ipogonadismo nei giovani adolescenti, difetti cicatrizzanti, risposta immunitaria difettosa o persino cambiamenti neurosensoriali [10]. Tre capsule del nostro multi forniscono il 100% dei NRV in forma di gluconato, perfettamente assimilati e utilizzabili dall'organismo.

Per quanto riguarda lo iodio, eventuali menomazioni, possono avere conseguenze per tutte le età, dal feto all'età adulta, che vanno dai problemi di sviluppo ai disturbi neurologici. La copertura dell'assunzione di iodio sembra particolarmente importante durante il periodo periconcezionale fino all'infanzia [11]. La supplementazione di iodio non è sistematica e tuttavia lo iodio ha una posizione importante nelle pratiche cliniche legate a specifiche raccomandazioni nutrizionali durante il periodo periconcezionale [12].

Tra i cofattori selezionati nel Multivitaminico troviamo in particolare:

  • Il coenzima Q10, una molecola prodotta dall'organismo coinvolto nei processi di produzione di energia e difesa contro l'ossidazione delle membrane cellulari,
  • Quercetina, polifenoli che combattono le aggressioni cellulari,
  • Luteina e licopene, entrambi appartenenti alla famiglia dei carotenoidi noti per il loro ruolo antiossidante,

Questa combinazione aumenta quindi il potenziale antiossidante del nostro organismo [13].

Benefici per la salute

Sebbene vitamine e minerali agiscano in modo sinergico e attraverso meccanismi complessi, ognuno ha ruoli fisiologici che possono essere brevemente elencati (tabelle di ruolo biologico). Queste importanti implicazioni nel nostro equilibrio fisiologico danno a vitamine e minerali i principali assi di attività: vitalità, tono, immunità e apporto di antiossidanti. In particolari situazioni fisiologiche come la gravidanza, è fondamentale soddisfare le esigenze di determinate vitamine (in particolare le vitamine B9 e D) e minerali (zinco e iodio). In effetti, oltre alle funzioni di mantenimento del nostro equilibrio fisiologico, i micronutrienti svolgono anche un ruolo chiave nei periodi di maggiore sviluppo.

Vitamine e ruolo biologico

Vitamina B1 (Tiammina)
Supporta il metabolismo energetico (cofattore nella conversione dei carboidrati in energia), le funzioni nervose e muscolari.

Vitamina B2 (Riboflavina)
Supporta il metabolismo energetico (cofattore nella catena respiratoria, componente dei coenzimi), visione e pelle.

Vitamina B3 (Nicotinamide)
Supporta il metabolismo energetico (cofattore della catena respiratoria), le funzioni nervose e migliora i profili lipidici.

Vitamina B5 (Acido pantotenico)
Supporta il metabolismo energetico.

Vitamina B6 (Piridossina)
Svolge un ruolo nel metabolismo degli aminoacidi (cofattore per circa 100 reazioni enzimatiche) e degli acidi grassi, nella produzione di globuli rossi e nella salute del cuore.

Vitamina B7 (Inositolo) / Vitamina B8 (Biotina)
Svolge un ruolo nella salute delle ossa e dei capelli, nella conversione dei nutrienti in energia e nella sintesi di lipidi, aminoacidi e glicogeno (riserve endogene di carboidrati dell'organismo).

Vitamina B9 (Acido folico)
Partecipa alla sintesi del DNA (materiale genetico), cofattori necessari per le reazioni di metilazione e consente la formazione di nuove cellule e supporta la salute del cuore.

Vitamina B12 (Cobalamina)
Svolge un ruolo nella salute del cuore, nella produzione di nuove cellule, nell'idrolisi di aminoacidi e acidi grassi e supporta il mantenimento delle cellule nervose, interagisce con il metabolismo della vitamina B9.

Vitamina C (Acide ascorbico)
Svolge un ruolo nella sintesi di nuove cellule, nell'idrolisi di acidi grassi e aminoacidi, supporta il mantenimento delle cellule nervose (sintesi di ormoni e neurotrasmettitori), agisce come antiossidante, svolge un ruolo nel sistema immunitario, facilita l'assorbimento del ferro, consente il riciclo della vitamina E.

Vitamina A (Retinolo)
Supporta la visione, la pelle e le ossa, l'immunità e la riproduzione, agisce come antiossidante.

Vitamina D (Calciferolo)
Svolge un ruolo nel metabolismo osseo, mantiene i livelli di calcio e fosforo nel sangue per rafforzare le ossa.

Vitamina E (Tocoferolo)
Antiossidante che regola le reazioni di ossidazione, protegge le membrane cellulari e i composti dell'organismo (lipidi, enzimi ...).

Vitamina K (K1 : Filloquinone et K2 : Menaquinone)
Svolge un ruolo nella coagulazione delle proteine ​​nel sangue e regola il calcio nel sangue.

(Dati presi da [14,15])

Minerali e ruolo biologico

Magnesio
Tutta l'importanza del magnesio nelle nostre funzioni fisiologiche nella sezione scientifica del nostro magnesio.

Zinc
Coinvolto nella struttura e nell'attività catalitica di molti enzimi, svolge un ruolo nella funzione del sistema immunitario, nella guarigione delle ferite, nella sintesi proteica, nella sintesi del DNA e nella divisione cellulare, necessaria nella percezione del gusto e degli odori, agisce come antiossidante.

Sélénium
Svolge un ruolo nella funzione immunitaria, agisce come antiossidante.

Iode
Agisce come un componente essenziale degli ormoni tiroidei, coinvolto nel processo generale di sviluppo e crescita.

(Dati presi da [16])

In conclusione, l'integrazione con multivitaminici pone il problema della "sicurezza". Oltre alla qualità degli ingredienti nutraceutici selezionati (origine, efficacia, ecc.), è importante tenere conto del concetto di "dose". Non dovremmo confondere i VNR (come promemoria, Valori nutrizionali di riferimento), che sono soglie al di sotto delle quali siamo potenzialmente carenti dalle dosi giornaliere massime, che rappresentano i limiti da non superare.

Questo è il motivo per cui la nostra formula non contiene dosi « sovrafisiologiche », che alcune persone chiamano « megadosi ». È stato riconosciuto che a dosi fisiologiche assunte a breve e lungo termine, l'assunzione di multivitaminici non presenta alcun pericolo. L'integrazione di multivitaminici potrebbe persino costituire un vantaggio preventivo in termini di rischio di insorgenza a lungo termine di patologie di degenerazione cellulare [18].

Pubblicazioni

  1. Shenkin, A. Micronutrients in health and disease. Postgrad. Med. J. 2006, 82, 559–567.
  2. Holt, P.R. Intestinal Malabsorption in the Elderly. Dig. Dis. 2007, 25, 144–150.
  3. Basu, T.K.; Donaldson, D. Intestinal absorption in health and disease: micronutrients. Best Pract. Res. Clin. Gastroenterol. 2003, 17, 957–979.
  4. Popkin, B.M. Nutrition Transition and the Global Diabetes Epidemic. Curr. Diab. Rep. 2015, 15, 64.
  5. Popkin, B.M. Relationship between shifts in food system dynamics and acceleration of the global nutrition transition. Nutr. Rev. 2017, 75, 73–82.
  6. FAO INFLUENCING FOOD ENVIRONMENTS FOR HEALTHY DIETS; 2016; p. 154;.
  7. Khammissa, R.A.G.; Fourie, J.; Motswaledi, M.H.; Ballyram, R.; Lemmer, J.; Feller, L. The Biological Activities of Vitamin D and Its Receptor in Relation to Calcium and Bone Homeostasis, Cancer, Immune and Cardiovascular Systems, Skin Biology, and Oral Health. BioMed Res. Int. 2018, 2018, 1–9.
  8. Rein, M.J.; Renouf, M.; Cruz-Hernandez, C.; Actis-Goretta, L.; Thakkar, S.K.; da Silva Pinto, M. Bioavailability of bioactive food compounds: a challenging journey to bioefficacy: Bioavailability of bioactive food compounds. Br. J. Clin. Pharmacol. 2013, 75, 588–602.
  9. Pietrzik, K.; Bailey, L.; Shane, B. Folic Acid and L-5-Methyltetrahydrofolate: Comparison of Clinical Pharmacokinetics and Pharmacodynamics. Clin. Pharmacokinet. 2010, 49, 535–548.
  10. Prasad, A.S. Discovery of Human Zinc Deficiency: Its Impact on Human Health and Disease. Adv. Nutr. 2013, 4, 176–190.
  11. Zimmermann, M.B. Iodine Deficiency. Endocr. Rev. 2009, 30, 376–408.
  12. FIGO Working Group on Good Clinical Practice in Maternal–Fetal Medicine; Di Renzo, G.C.; Fonseca, E.; Gratacos, E.; Hassan, S.; Kurtser, M.; Malone, F.; Nambiar, S.; Nicolaides, K.; Sierra, N.; et al. Good clinical practice advice: Micronutrients in the periconceptional period and pregnancy. Int. J. Gynecol. Obstet. 2019, 144, 317–321.
  13. Tan, B.L.; Norhaizan, M.E.; Liew, W.-P.-P.; Sulaiman Rahman, H. Antioxidant and Oxidative Stress: A Mutual Interplay in Age-Related Diseases. Front. Pharmacol. 2018, 9, 1162.
  14. Huskisson, E.; Maggini, S.; Ruf, M. The Role of Vitamins and Minerals in Energy Metabolism and Well-Being. J. Int. Med. Res. 2007, 35, 277–289.
  15. Gironés-Vilaplana, A.; Villaño, D.; Marhuenda, J.; Moreno, D.A.; García-Viguera, C. Vitamins. In Nutraceutical and Functional Food Components; Elsevier, 2017; pp. 159–201 ISBN 978-0-12-805257-0.
  16. Bhattacharya, P.T.; Misra, S.R.; Hussain, M. Nutritional Aspects of Essential Trace Elements in Oral Health and Disease: An Extensive Review. Scientifica 2016, 2016, 1–12.
  17. Biesalski, H.K.; Tinz, J. Multivitamin/mineral supplements: Rationale and safety – A systematic review. Nutrition 2017, 33, 76–82.
  18. Gaziano, J.M.; Sesso, H.D.; Christen, W.G.; Bubes, V.; Smith, J.P.; MacFadyen, J.; Schvartz, M.; Manson, J.E.; Glynn, R.J.; Buring, J.E. Multivitamins in the Prevention of Cancer in Men: The Physicians’ Health Study II Randomized Controlled Trial. JAMA 2012, 308, 1871.

ANALISI

Un anno di sviluppo

Abbiamo deciso di sviluppare il nostro multivitaminico di ultima generazione a settembre 2017. Durante lo studio di tutta la letteratura scientifica ci siamo imbattuti nelle vitamine coenzimate, magnesio microincapsulato, cromo ad alto assorbimento o ancora sugli effetti sinergici di carotenoidi e bio-flavonoidi.

Analisi (clicca qui)

Sul tangibile miglioramento della salute a lungo termine grazie ai multivitaminici

Sull'alto contenuto e sull'elevato assorbimento di UltraMag® (magnesio microincapsulato)

Sull'elevata assimilazione di Quatrefolic® (vitamina B9)

Sull'acido alfa lipoico come elemento chiave nella sintesi del glutatione

EFFICACIA
BENEFICI
MODI D'USO
COMPOSIZIONE
SCIENZA
ANALISI

27 nutrienti essenziali
Il nostro complesso si concentra su sostanze nutritive che sono difficili da trovare negli alimenti. I nostri dosaggi sono stabiliti sulla base di studi clinici che hanno dimostrato i loro benefici per la salute. Contiene 14 vitamine, 5 minerali, 4 carotenoidi, 2 bio-flavonoidi, coenzima Q10, acido alfa lipoico ed è privo di minerali pro-ossidativi (ferro, rame e manganese).

Vitamine naturali e bioattive
Niente più forme artificiali! Abbiamo selezionato nuove vitamine « pronte all'uso » come la P'-5-P (B6), il Quatrefolic® (B9), la metilcobalamina (B12), la vitamina A, E e D3 sotto forma vegetale.

Un nuovo sale di magnesio !
Per la prima volta, un magnesio che combina alto contenuto E assorbimento. Permette di ridurre il numero di capsule al giorno mantenendo un'alta efficienza.

Questa panacea di nutrienti bio-identici è stata selezionata con l’obiettivo di includere un massimo di benefici.

Salute delle cellule 
    • I folati, le vitamine B12, D3, lo zinco e il magnesio giocano un ruolo chiave nella divisione cellulare,
    • Le vitamine B2, C, E, lo zinco e il selenio contribuiscono a proteggere le cellule contro lo stress ossidativo,
    • La vitamina C contribuisce alla rigenerazione della forma ridotta della vitamina E,
    • La vitamina A gioca un ruolo nel processo di specializzazione cellulare,
    • La vitamina B12 contribuisce alla formazione normale di globuli rossi,
    • La vitamina B2 contribuisce al mantenimento normale dei globuli rossi,
    • La vitamina K contribuisce alla normale coagulazione del sangue,
    • Lo zinco contribuisce al normale metabolismo della vitamina A,
    • I folati contribuiscono alla normale formazione del sangue,
    • Lo zinco contribuisce alla sintesi normale del DNA.

Salute mentale
    • Le vitamine B2, B6, B8, B12, C e il magnesio  contribuiscono al funzionamento normale del sistema nervoso,
    • Le vitamine B3, B6, B8, B9, B12, C e il magnesio contribuiscono alle normali funzioni psicologiche,
    • La vitamina B5 contribuisce alla normale sintesi e metabolismo degli ormoni steroidi della vitamina D e di alcuni neurotrasmettitori,
    • La vitamina B5 contribuisce alla normale attività intellettuale,
    • Lo zinco contribuisce alla normale funzione cognitiva.

Energia
    • Le vitamine B2, B3, B5, B6, B8, B12, C e il magnesio contribuiscono al normale metabolismo energetico,
    • Le vitamine B2, B6, B8, B12, C e il magnesio contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso,
    • Le vitamine B2, B3, B5, B6, B9, B12, C e il magnesio contribuisce a ridurre la fatica,
    • La D3 e il magnesio contribuiscono alla normale funzione muscolare.

Sintesi enzimatiche chiave
    • La vitamina B8 e lo zinco contribuiscono al normale metabolismo dei micronutrimenti,
    • La vitamina B6 contribuisce al normale metabolismo delle proteine e del glicogeno,
    • Le vitamine B9 e B12 contribuiscono al metabolismo normale dell’omocisteina,
    • Il magnesio e lo zinco contribuiscono alla sintesi proteica normale,
    • I folati contribuiscono alla normale sintesi aminoacidi,
    • Lo zinco contribuisce al metabolismo normale degli acidi grassi,
    • Lo zinco contribuisce al normale metabolismo glucidico.

Sistema immunitario
    • La vitamina C e lo zinco contribuiscono a mantenere il funzionamento normale del sistema durante e dopo uno sforzo fisico importante,
    • Le vitamine A, B9, B12, D3 e il selenio contribuiscono al normale funzionamento del sistema immunitario.

Salute oculare
    • Le vitamine A, B2 e lo zinco contribuiscono al mantenimento normale della vista,

Salute digestiva
    • Le vitamine A, B2, B3 e B8 contribuiscono al mantenimento normale delle mucose.

Fertilità
    • Lo zinco contribuisce alla normale fertilità e ad una normale riproduzione,
    • Il selenio contribuisce alla normale spermatogenesi.

Gravidanza e allattamento
    • La D3 è necessaria per la normale crescita e sviluppo osseo dei bambini,
    • I folati contribuiscono alla crescita dei tessuti materni durante la gravidanza,
    • Le vitamine A, B2 e C contribuiscono al normale metabolismo del ferro,
    • Il ferro contribuisce alla normale funzione della tiroide.

Salute ossea
    • Le vitamine D3, K, lo zinco e il magnesio contribuiscono al mantenimento di una normale ossatura normale,
    • La D3 contribuisce al normale tasso di calcio nel sangue,
    • Il magnesio contribuisce alla normale dentatura.

Equilibrio acido-basico
    • Lo zinco contribuisce al normale metabolismo acido-basico,
    • Il magnesio contribuisce all’equilibrio elettrolitico.

Nutricosmetica
    • La vitamina C contribuisce alla normale formazione di collagene per assicurare la normale funzione delle gengive, dei vasi sanguigni, della cartilagine e della pelle,
    • La vitamina B8, lo zinco e il selenio contribuiscono al mantenimento di capelli normali,
    • Le vitamine A, B2, B3 e B8 contribuiscono al mantenimento normale della pelle,
    • Lo zinco e il selenio contribuiscono al normale mantenimento delle unghie.

Quando assumere il multivitaminico ?
Non importa quando, ciò che conta è assumere le capsule a metà o alla fine di un pasto con dei grassi. Beneficerai del massimo assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E e K) e degli acidi grassi!

Come prendere capsule ?
Semplice, basta un bicchiere d'acqua.

Quante capsule ?
Raccomandiamo 3 capsule al giorno.

Per 3 capsule
QuantitàVNR* Per 3 capsuleQuantità
   
VitamineCofattori 
Vitamina A (estratto di Dunaliela)
800 μg100%N-Acetil-Cisteina180 mg
Vitamina B1 (Tiamina HCL)
2,2 mg200%Acido Alfa Lipoico (forma R)50 mg
Vitamina B2 (Riboflavina)
2,8 mg200%Rutina (estratto di S. japonica)32 mg
Vitamina B3 (Nicotinamide)16 mg100%Esperidina (estratto di limone)32 mg
Vitamina B5 (Pantotenato di calcio)
6 mg100%CoEnzima Q1030 mg
Vitamina B6 (Piridossale-5-fosfato)
2 mg143%Quercitina (estratto di S. japonica)20 mg
Vitamina B7 (Inositolo)
30 mg-Luteina (estratto di tagete)7 mg
Vitamina B8 (Biotina)51 μg100%Licopene (estratto di pomodoro)1 mg
Vitamina B9 (Quatrefolic®)200 μg100%
Vitamina B12 (Metilcobalamina)2,7 μg100%Altri ingredienti 
Vitamina C (Acido L-Ascorbico)80 mg100%Magnesio microincapsulato, Capsula di origine vegetale HPMC, N-acetil-L-cisteina, Acido alfa lipoico, Nu-RICE®, Zinco gluconato, Acido ascorbico, Estratto di Dunaliela, Menaquinone-7, Rutina, Esperidina, CoQ10, Inositolo, Acetato d-alfa-tocoferile, quercetina, nicotinamide, lievito di selenie, estratto di calendula, lichen colecalciferolo, estratto di fucus, pantotenato di calcio, estratto di pomodoro, piridossal-5-fosfato, riboflavina, tiamina HCL, acido (6S) - 5-metiltetraidrofolico, metilcobalamina, cromo piccolinato, biotina.
Vitamina D3 (Colecalciferolo di licheni)1000 UI
500%
Vitamina E (Nutrabiol®)12 mg100%
Vitamina K2 (K2VITAL® DELTA)80 μg107%
   
Minerali
Magnesio elementare (UltraMag®)
150 mg40%
Zinco elemento (Gluconato)10 mg100%
Selenio (Lievito selenio)30 μg54%
Iodio (Estratto di fucus)10 μg6,7%
Cromo elemento (Chromax®)25 μg62%


*VNR : valori nutrizionali di riferimento

Vitamine, micronutrienti essenziali
Le vitamine fanno parte della categoria dei micronutrienti (compresi anche minerali e oligoelementi). Questi componenti derivano principalmente dalla nostra dieta perché non sono sintetizzati dal nostro corpo. I micronutrienti sono richiesti in piccole quantità per il nostro sviluppo vitale, la prevenzione delle patologie e il nostro benessere generale [1]. Ogni giorno, il nostro corpo ha bisogno di vitamine per la sua omeostasi fisiologica, che troviamo nella nostra dieta. Esistono due categorie di vitamine: vitamine idrosolubili, vale a dire solubili in acqua (vitamine dei gruppi B e C) e vitamine liposolubili, ovvero solubili nei grassi (vitamine A , D, E e K).

Vitamine

Fonti alimentairi*
Alimenti più ricchi di g di vitamina per 100 g di cibo
Vitamine idrosolubili
Vitamina B1 (Tiammina)Lievito alimentare, crusca di cereali, cereali, semi oleosi, carne di maiale
Vitamina B2 (Riboflavina)Fegato, uova, alcuni formaggi e funghi
Vitamina B3 (Nicotinamide)Crusca di cereali, fegato, pesce grasso, pollame e altre carni
Vitamina B5 (Acido pantotenico)Funghi, fegato, uova, un po 'di pollame e formaggio
Vitamina B6 (Piridossina)Erbe aromatiche essiccate, crusca di cereali, fegato di pollame e semi oleosi
Vitamina B7 (Inositolo) / Vitamina B8 (Biotina)Fegato, uova, pesce e carne, legumi, funghi, semi germogliati
Vitamina B9 (Acido folico)Fegato, lievito alimentare, legumi, semi oleosi, spinaci, erbe aromatiche essiccate
Vitamina B12 (Cobalamina)Fegato, crostacei, pesci grassi e altri pesci
Vitamina C (Acide ascorbico)Cibo crudo: guava, ribes nero, prezzemolo, pepe, limone, cavolo, kiwi, agrumi
Vitamines liposolubles
Vitamine A (Rétinol)Erbe aromatiche essiccate, fegato, tonno, funghi secchi
Alimenti ricchi di carotenoide provitamina A (beta-carotene): carote, patate dolci, spinaci, zucca
Vitamine D (Calciférol)Olio di fegato di merluzzo, fegato di merluzzo, pesce azzurro, uova di pesce e alcune margarine
Vitamine E (Tocophérol)Olio di germe di grano e altri oli vegetali, semi oleosi
Vitamine K (K1 : Phylloquinone et K2 : Ménaquinone)Vitamina K1: erbe aromatiche essiccate, cavolo, spinaci, insalate.
Vitamina K2: fegato, burro, pollame, yogurt


*La composizione nutrizionale degli alimenti è disponibile sul sito web ANSES, l'Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare, ambientale e della salute sul lavoro.

Consumo di vitamine
Le vitamine non provengono tutte dagli stessi alimenti, quindi è necessario avere un consumo vario (alimenti di diversi gruppi alimentari principali) ma anche una dieta diversificata (alimenti dello stesso gruppo alimentare) . I micronutrienti non hanno alcun valore energetico (in sostanza, non influenzano direttamente il nostro bilancio energetico, né per perdere peso né per ingrassare!) Rispetto ai macronutrienti, che hanno un impatto diretto e sensibile (carboidrati, lipidi e proteine ). L'ESFA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) ha stabilito i valori nutrizionali di riferimento (VNR) per le vitamine riassunte nella tabella seguente:

VitamineVNR nell’adulto
Quantità/dì
Vitamina B1 (Tiammina)0,1 mg / energia consumata
Per individuo a 2200 Kcak/j = 0,91 mg
Vitamina B2 (Riboflavina)1,6 mg
Vitamina B3 (Nicotinamide)1,6 mg / energia consumata
Per individuo a 2200 Kcal/j = 14,6 mg
Vitamina B5 (Acido pantotenico)5 mg
Vitamina B6 (Piridossina)1,7 mg (Uomini)
1,6 mg (Donne)
Vitamina B8 (Biotina)40 μg
Vitamina B9 (Acido folico)330 μg
(in forait alimentari*)
Vitamina B12 (Cobalamina)4 μg
Vitamina C (Acide ascorbico)110 mg (Uomini)
95 mg (Donne)
Vitamina A (Retinolo)750 μg
Vitamina D (Calciferolo)15 μg (ovvero 600 UI)
Vitamina E (Tocoferolo)13 mg (Uomini)
90 mg (Donne)
Vitamina K Filoquinone70 μg


*I folati alimentari sono meno ben assimilati dell'acido folico.

D'altra parte, questi VNR, e quindi i bisogni, si evolvono in funzione di determinate situazioni fisiologiche particolari, in particolare nelle donne in gravidanza o in allattamento e negli anziani. Durante la gravidanza, la necessità di vitamina B12 (da 4 a 4,5 μg al giorno) e di folati (da 330 a 600 μg al giorno) è notevolmente aumentata. Anche i bisogni di vitamina A (da 750 a 1.300 μg al giorno) e di vitamina C (da 95 a 155 mg al giorno) aumentano durante l'allattamento. Questi dati suggeriscono l'importanza del periodo pre-parto durante il quale uno stato nutrizionale ottimale garantirebbe le "riserve" di micronutrienti per i periodi di gravidanza e allattamento, che sono decisivi per la salute futura del neonato. Infine, gli anziani sono più esposti ai deficit nutrizionali a causa di una diminuzione e dei cambiamenti nell'assorbimento dei micronutrienti [2], nonché dei cambiamenti nel consumo (riduzione dell'appetito, scelte alimentari pronunciate per alimenti carichi di aromi, ecc.). Ci sono altre ragioni che possono causare menomazioni. In effetti, possono derivare semplicemente da diete povere o seguire altri tipi di fattori come difetti di assorbimento correlati a patologie intestinali o persino l'assunzione di farmaci [3].

Sembra quindi sorgere una domanda cruciale: possiamo davvero dire di avere un profilo di consumo ottimale nei nostri attuali modelli alimentari? Sfortunatamente, le transizioni alimentari che abbiamo affrontato e che stiamo ancora affrontando sono estremamente rapide e brutali. Siamo passati dai modelli di consumo tradizionali caratterizzati da un'alta densità nutrizionale a modelli di consumo moderni caratterizzati, da parte loro, da un'alta densità di energia [4,5], che costituisce un vero problema di salute pubblica. Più concretamente, questi cambiamenti hanno quindi portato a una diminuzione della qualità del nostro cibo (riduzione del consumo di micronutrienti e fibre essenziali), in particolare associata all'intensificazione dei processi industriali (aumento del consumo di prodotti grassi / dolci e industriali; bassa qualità degli alimenti ricchi di micronutrienti essenziali, in particolare vitamine) [6]. Oltre a questi parametri dietetici, stili di vita e ambientali nuovi, limitano il raggiungimento di determinati bisogni vitaminici come la vitamina D (l'80% della vitamina D proviene dalla fotoconversione nella pelle da parte dei raggi UVB (sole ) [7].

Infine, il problema non si basa essenzialmente sul fatto che la nostra dieta sia completa (equilibrata) o meno. Si tratta di accettare che la specie umana sia una formidabile macchina di adattamento, ma che il suo corollario implica che non siamo mai adattati al 100% a un dato biotipo. Oggi i nutraceutici offrono la possibilità di garantire o addirittura superare queste esigenze al fine di garantire il nostro benessere e la nostra salute per il futuro.

Scegli il tuo multivitaminico: vitamine accuratamente selezionate da Nutri&Co
Qui ti diamo alcune chiavi ma soprattutto alcune informazioni essenziali per prendere la giusta direzione in termini di multivitaminici, vista la grande offerta di prodotti sul mercato. Per beneficiare degli effetti delle vitamine, devi essere sicuro che raggiungano i loro obiettivi, idealmente in una forma attiva (= "pronta per l'uso"). Questo è ciò che definisce la famosa biodisponibilità: un nutriente deve essere in grado di essere assorbito dalla mucosa intestinale e di essere utilizzato in modo efficace. Vengono presi in considerazione diversi criteri per garantire la biodisponibilità di un composto e in particolare la sua forma (struttura specifica della molecola). In effetti, alcune forme sono chiamate bioattive, vale a dire che corrispondono ad una forma direttamente utilizzabile dall'organismo, il che facilita il lavoro di assimilazione di quest'ultimo [8].

E se prendessimo un esempio concreto? Parliamo un po 'di vitamina B9 (acido folico dei folati dietetici). Nell'ambito della formula Nutri&Co, la vitamina B9 è stata selezionata sotto forma di Quatrefolic. Quest'ultimo corrisponde al 5-metiltetraidrofolato (5-MTHF) che è una forma di folati. L'assunzione di questa forma bioattiva consente anche di ottenere un'alta biodisponibilità della vitamina B9 senza dover passare per la formazione di molecole intermedie. Quando il corpo ingerisce acido folico "standard", deve trasformarlo 4 volte prima di ottenere la forma attiva come Quatrefolic®. Queste trasformazioni successive generano ovviamente delle perdite [9].

La combinazione di bioattività e biodisponibilità consente di fornire una forma di vitamina B9 bioidentica.

È in questo approccio di efficienza, e dopo più di un anno di ricerca, Nutri&Co ha sistematicamente scelto le vitamine nella loro forma bioattiva.

Vitamine, ma anche minerali e cofattori
Oltre alle vitamine, la nostra formula combina anche la presenza di magnesio, oligoelementi (piccoli minerali) e cofattori a complemento dell'azione di supporto delle reazioni fisiologiche mentre abbiamo eliminato i minerali potenzialmente pro -ossidanti o "antagonisti" (ferro e manganese in particolare). Inoltre, il calcio non è stato incluso nel nostro Multi, poiché l'attuale consenso scientifico evidenzia l'assunzione dietetica sufficiente di calcio nella popolazione europea.

Un esempio di oligoelemento cruciale per il nostro corpo è lo zinco. Si trova principalmente in carni rosse, alcuni semi, e crostacei. Nel contesto di alterazioni moderate, si possono osservare disturbi come ritardo della crescita, ipogonadismo nei giovani adolescenti, difetti cicatrizzanti, risposta immunitaria difettosa o persino cambiamenti neurosensoriali [10]. Tre capsule del nostro multi forniscono il 100% dei NRV in forma di gluconato, perfettamente assimilati e utilizzabili dall'organismo.

Per quanto riguarda lo iodio, eventuali menomazioni, possono avere conseguenze per tutte le età, dal feto all'età adulta, che vanno dai problemi di sviluppo ai disturbi neurologici. La copertura dell'assunzione di iodio sembra particolarmente importante durante il periodo periconcezionale fino all'infanzia [11]. La supplementazione di iodio non è sistematica e tuttavia lo iodio ha una posizione importante nelle pratiche cliniche legate a specifiche raccomandazioni nutrizionali durante il periodo periconcezionale [12].

Tra i cofattori selezionati nel Multivitaminico troviamo in particolare :

  • Il coenzima Q10, una molecola prodotta dall'organismo coinvolto nei processi di produzione di energia e difesa contro l'ossidazione delle membrane cellulari,
  • Quercetina, polifenoli che combattono le aggressioni cellulari,
  • Luteina e licopene, entrambi appartenenti alla famiglia dei carotenoidi noti per il loro ruolo antiossidante,

Questa combinazione aumenta quindi il potenziale antiossidante del nostro organismo [13].

Benefici per la salute
Sebbene vitamine e minerali agiscano in modo sinergico e attraverso meccanismi complessi, ognuno ha ruoli fisiologici che possono essere brevemente elencati (tabelle di ruolo biologico). Queste importanti implicazioni nel nostro equilibrio fisiologico danno a vitamine e minerali i principali assi di attività: vitalità, tono, immunità e apporto di antiossidanti. In particolari situazioni fisiologiche come la gravidanza, è fondamentale soddisfare le esigenze di determinate vitamine (in particolare le vitamine B9 e D) e minerali (zinco e iodio). In effetti, oltre alle funzioni di mantenimento del nostro equilibrio fisiologico, i micronutrienti svolgono anche un ruolo chiave nei periodi di maggiore sviluppo.

VitamineRuolo biologico
Vitamina B1 (Tiammina)Supporta il metabolismo energetico (cofattore nella conversione dei carboidrati in energia), le funzioni nervose e muscolari
Vitamina B2 (Riboflavina)Supporta il metabolismo energetico (cofattore nella catena respiratoria, componente dei coenzimi), visione e pelle
Vitamina B3 (Nicotinamide)Supporta il metabolismo energetico (cofattore della catena respiratoria), le funzioni nervose e migliora i profili lipidici
Vitamina B5 (Acido pantotenico)Supporta il metabolismo energetico
Vitamina B6 (Piridossina)Svolge un ruolo nel metabolismo degli aminoacidi (cofattore per circa 100 reazioni enzimatiche) e degli acidi grassi, nella produzione di globuli rossi e nella salute del cuore
Vitamina B7 (Inositolo) / Vitamina B8 (Biotina)Svolge un ruolo nella salute delle ossa e dei capelli, nella conversione dei nutrienti in energia e nella sintesi di lipidi, aminoacidi e glicogeno (riserve endogene di carboidrati dell'organismo)
Vitamina B9 (Acido folico)Partecipa alla sintesi del DNA (materiale genetico), cofattori necessari per le reazioni di metilazione e consente la formazione di nuove cellule e supporta la salute del cuore
Vitamina B12 (Cobalamina)Svolge un ruolo nella salute del cuore, nella produzione di nuove cellule, nell'idrolisi di aminoacidi e acidi grassi e supporta il mantenimento delle cellule nervose, interagisce con il metabolismo della vitamina B9
Vitamina C (Acide ascorbico)Svolge un ruolo nella sintesi di nuove cellule, nell'idrolisi di acidi grassi e aminoacidi, supporta il mantenimento delle cellule nervose (sintesi di ormoni e neurotrasmettitori), agisce come antiossidante, svolge un ruolo nel sistema immunitario, facilita l'assorbimento del ferro, consente il riciclo della vitamina E
Vitamina A (Retinolo)Supporta la visione, la pelle e le ossa, l'immunità e la riproduzione, agisce come antiossidante
Vitamina D (Calciferolo)Svolge un ruolo nel metabolismo osseo, mantiene i livelli di calcio e fosforo nel sangue per rafforzare le ossa
Vitamina E (Tocoferolo)Antiossidante che regola le reazioni di ossidazione, protegge le membrane cellulari e i composti dell'organismo (lipidi, enzimi ...)
Vitamina K (K1 : Filloquinone et K2 : Menaquinone)Svolge un ruolo nella coagulazione delle proteine ​​nel sangue e regola il calcio nel sangue

(Dati presi da [14,15])

Minerali
Ruolo biologico
MagnesioTutta l'importanza del magnesio nelle nostre funzioni fisiologiche nella sezione scientifica del nostro magnesio
ZincoCoinvolto nella struttura e nell'attività catalitica di molti enzimi, svolge un ruolo nella funzione del sistema immunitario, nella guarigione delle ferite, nella sintesi proteica, nella sintesi del DNA e nella divisione cellulare, necessaria nella percezione del gusto e degli odori, agisce come antiossidante
SelenioSvolge un ruolo nella funzione immunitaria, agisce come antiossidante
IodioAgisce come un componente essenziale degli ormoni tiroidei, coinvolto nel processo generale di sviluppo e crescita

(Dati presi da [16])

In conclusione, l'integrazione con multivitaminici pone il problema della "sicurezza". Oltre alla qualità degli ingredienti nutraceutici selezionati (origine, efficacia, ecc.), è importante tenere conto del concetto di "dose". Non dovremmo confondere i VNR (come promemoria, Valori nutrizionali di riferimento), che sono soglie al di sotto delle quali siamo potenzialmente carenti dalle dosi giornaliere massime, che rappresentano i limiti da non superare.

Questo è il motivo per cui la nostra formula non contiene dosi « sovrafisiologiche », che alcune persone chiamano « megadosi ». È stato riconosciuto che a dosi fisiologiche assunte a breve e lungo termine, l'assunzione di multivitaminici non presenta alcun pericolo. L'integrazione di multivitaminici potrebbe persino costituire un vantaggio preventivo in termini di rischio di insorgenza a lungo termine di patologie di degenerazione cellulare [18].

Pubblicazioni

  1. Shenkin, A. Micronutrients in health and disease. Postgrad. Med. J. 2006, 82, 559–567.
  2. Holt, P.R. Intestinal Malabsorption in the Elderly. Dig. Dis. 2007, 25, 144–150.
  3. Basu, T.K.; Donaldson, D. Intestinal absorption in health and disease: micronutrients. Best Pract. Res. Clin. Gastroenterol. 2003, 17, 957–979.
  4. Popkin, B.M. Nutrition Transition and the Global Diabetes Epidemic. Curr. Diab. Rep. 2015, 15, 64.
  5. Popkin, B.M. Relationship between shifts in food system dynamics and acceleration of the global nutrition transition. Nutr. Rev. 2017, 75, 73–82.
  6. FAO INFLUENCING FOOD ENVIRONMENTS FOR HEALTHY DIETS; 2016; p. 154;.
  7. Khammissa, R.A.G.; Fourie, J.; Motswaledi, M.H.; Ballyram, R.; Lemmer, J.; Feller, L. The Biological Activities of Vitamin D and Its Receptor in Relation to Calcium and Bone Homeostasis, Cancer, Immune and Cardiovascular Systems, Skin Biology, and Oral Health. BioMed Res. Int. 2018, 2018, 1–9.
  8. Rein, M.J.; Renouf, M.; Cruz-Hernandez, C.; Actis-Goretta, L.; Thakkar, S.K.; da Silva Pinto, M. Bioavailability of bioactive food compounds: a challenging journey to bioefficacy: Bioavailability of bioactive food compounds. Br. J. Clin. Pharmacol. 2013, 75, 588–602.
  9. Pietrzik, K.; Bailey, L.; Shane, B. Folic Acid and L-5-Methyltetrahydrofolate: Comparison of Clinical Pharmacokinetics and Pharmacodynamics. Clin. Pharmacokinet. 2010, 49, 535–548.
  10. Prasad, A.S. Discovery of Human Zinc Deficiency: Its Impact on Human Health and Disease. Adv. Nutr. 2013, 4, 176–190.
  11. Zimmermann, M.B. Iodine Deficiency. Endocr. Rev. 2009, 30, 376–408.
  12. FIGO Working Group on Good Clinical Practice in Maternal–Fetal Medicine; Di Renzo, G.C.; Fonseca, E.; Gratacos, E.; Hassan, S.; Kurtser, M.; Malone, F.; Nambiar, S.; Nicolaides, K.; Sierra, N.; et al. Good clinical practice advice: Micronutrients in the periconceptional period and pregnancy. Int. J. Gynecol. Obstet. 2019, 144, 317–321.
  13. Tan, B.L.; Norhaizan, M.E.; Liew, W.-P.-P.; Sulaiman Rahman, H. Antioxidant and Oxidative Stress: A Mutual Interplay in Age-Related Diseases. Front. Pharmacol. 2018, 9, 1162.
  14. Huskisson, E.; Maggini, S.; Ruf, M. The Role of Vitamins and Minerals in Energy Metabolism and Well-Being. J. Int. Med. Res. 2007, 35, 277–289.
  15. Gironés-Vilaplana, A.; Villaño, D.; Marhuenda, J.; Moreno, D.A.; García-Viguera, C. Vitamins. In Nutraceutical and Functional Food Components; Elsevier, 2017; pp. 159–201 ISBN 978-0-12-805257-0.
  16. Bhattacharya, P.T.; Misra, S.R.; Hussain, M. Nutritional Aspects of Essential Trace Elements in Oral Health and Disease: An Extensive Review. Scientifica 2016, 2016, 1–12.
  17. Biesalski, H.K.; Tinz, J. Multivitamin/mineral supplements: Rationale and safety – A systematic review. Nutrition 2017, 33, 76–82.
  18. Gaziano, J.M.; Sesso, H.D.; Christen, W.G.; Bubes, V.; Smith, J.P.; MacFadyen, J.; Schvartz, M.; Manson, J.E.; Glynn, R.J.; Buring, J.E. Multivitamins in the Prevention of Cancer in Men: The Physicians’ Health Study II Randomized Controlled Trial. JAMA 2012, 308, 1871.

Un anno di sviluppo
Abbiamo deciso di sviluppare il nostro multivitaminico di ultima generazione a settembre 2017. Durante lo studio di tutta la letteratura scientifica ci siamo imbattuti nelle vitamine coenzimate, magnesio microincapsulato, cromo ad alto assorbimento o ancora sugli effetti sinergici di carotenoidi e bio-flavonoidi.

Analisi (clicca qui)
Sul tangibile miglioramento della salute a lungo termine grazie ai multivitaminici

Sull'alto contenuto e sull'elevato assorbimento di UltraMag® (magnesio microincapsulato)

Sull'elevata assimilazione di Quatrefolic® (vitamina B9)

Sull'acido alfa lipoico come elemento chiave nella sintesi del glutatione

Provenienza degli ingredienti
Provenienza degli ingredienti

Da dove vengono gli ingredienti ?

Fabbricazione di capsule

Montpellier, Francia
Laboratorio Lustrel

Vitamina K2 - VitaMK7®

Danimarca
Laboratorio Kappa bio science

Magnesio - UltraMag®

Pisa, Italia
Laboratorio Alesco

Vitamina E naturale - Nutrabiol®

Madrid, Spagna

Laboratorio BTSA

Vitamina B9 - Quatrefolic®

Milano, Italia
Laboratorio di Gnosi

Selenio - Lynside®

Maisons Alfort, Francia
Laboratorio Lesaffre

Prodotti da associare

PROBIOTICI
23,90€
Curcuma bio
22,99€
SpirulinA bio
24,40€
MAGNESIO
19,90€

FAQ

Perché dovrei prendere un multivitaminico e quanto tempo dovrebbe durare una cura ?

L'idea che « prendere vitamine sia inutile quando si segue una dieta equilibrata » va ancora per la maggiore. Tuttavia, diversi studi (SU.VI.MAX, ecc.) hanno dimostrato come le carenze di micronutrienti colpiscano l'intera popolazione, in particolare le donne in gravidanza, gli adolescenti e le persone di età superiore ai 50 anni. Inoltre, uno studio recente e di una ampiezza senza precedenti (oltre 14.000 soggetti)* ha dimostrato una riduzione dell'8% del rischio di cancro nelle persone che consumano un multivitaminico ogni giorno per 11 anni! Anche se un trattamento puntuale durante l'inverno o durante un periodo di gestazione può avere un senso, la prevenzione quotidiana a lungo termine rimane la linea difesa da NUTRI & CO.

* : Gaziano, J.M.; Sesso, H.D.; Christen, W.G.; Bubes, V.; Smith, J.P.; MacFadyen, J.; Schvartz, M.; Manson, J.E.; Glynn, R.J.; Buring, J.E. Multivitamins in the Prevention of Cancer in Men: The Physicians’ Health Study II Randomized Controlled Trial. JAMA 2012, 308, 1871, doi:10.1001/jama.2012.14641

Che cos'è una vitamina bioattiva ?

La maggior parte delle vitamine non è direttamente utilizzabile dall'organismo e deve essere « attivata » attraverso varie fasi di trasformazione. Alcuni passaggi possono essere difficili, e il loro risultato può essere incerto. È il caso ad esempio dell'acido folico (B9 sintetica) che il corpo fatica a metabolizzare in B9 e il cui eccesso potrebbe avere un impatto sulla salute *.

Somministrate in forma bioattiva, le vitamine sono come l'organismo le utilizza (ovvero « pronte all’uso) e questo consente di evitare le fasi di trasformazione più complicate.

* : Kim YI. Folate et carcinogenèse : Preuves, mécanismes et implications. J Nutr Biochem 1999;10:66-88. Medline

Esiste un rischio di sovradosaggio delle vitamine ?

La paura del sovradosaggio deriva dalla menzione « 100% di VNR » che si trova nelle tabelle nutrizionali. Alcuni neofiti temono di superare i limiti aggiungendo un multivitaminico alla loro dieta. Tuttavia, non bisogna confondere i VNR (valori nutritivi di riferimento*), che sono soglie al di sotto delle quali siamo carenti, con le dosi giornaliere massime che rappresentano i limiti da non superare. Ad oggi, l'UE non ha ancora stabilito una dose giornaliera massima per le vitamine e i minerali. Sono quindi specifici ad ogni stato. I nostri prodotti sono stati notificati presso il Ministero della Salute, che ne ha quindi analizzato ed approvato la composizione.

*Valori nutritivi di riferimento. 

Perché il calcio è assente nel vostro multivitaminico ?

Due motivi spiegano l'assenza di calcio nella nostra formula:

-  Contrariamente alla credenza popolare, è molto raro soffrire di una carenza di calcio. Questo minerale si trova in abbondanza nella nostra dieta. Oggi sono piuttosto le carenze di vitamina D e K, i due cofattori del calcio, che creano problemi alle ossa.

-  L'integrazione di calcio non ha ancora dimostrato la sua efficacia e potrebbe persino avere un impatto negativo nella sfera cardiovascolare*.

* : M. J. Bolland, A. Grey, A. Avenell, G. D. Gamble, I. R. Reid. BMJ, 2011 ; 342 (avr19 1).

La vostra formula contiene vitamine sintetiche ?

La maggior parte delle vitamine contenute nella nostra formula si presentano sotto forma vegetale (A, D, E, ecc.), Ma abbiamo fiducia nei progressi della chimica molecolare, quando quest’ultima riesce ad apportare soluzioni nuove e qualitative. In realtà, sintetico non significa necessariamente artificiale. Alcune vitamine artificiali sono al 100% bio-identiche alle loro forme naturali e quindi altrettanto efficaci*. Risultano quindi migliori in termini di contenuto e sono prive di solventi di estrazione. 

* Studi scientifici hanno dimostrato che la vitamina C naturale e quella sintetica hanno esattamente lo stesso livello di assorbimento. Carr AC, Bozonet SM, Vissers MCM. A Randomisé Cross-Over Pharmacokinetic Bioavailability Study of Synthetic versus Kiwifruit-Derived Vitamin C. Nutrients. 2013.

Perché anche il ferro è assente nel vostro multivitaminico ?

La prescrizione sistematica di ferro non si basa su risultati clinici tangibili. Dalla pubblicazione di uno studio americano nel 2011, l'integrazione di ferro è fortemente dibattuta. Questo studio, che ha coinvolto oltre 38.000 donne, ha dimostrato la riduzione della durata della vita nei soggetti che avevano assunto un integratore di ferro *. Gli specialisti indicano un effetto pro-ossidante del ferro quando è presente in quantità troppo elevate nel corpo.

* : Mursu J, Robien K, Harnack LJ, Park K, Jacobs DR Jr. Dietary supplements and mortality rate in older women : the Iowa Women's Health Study. Stagiaire en médecine de l'arche. 2011 Oct 10;171(18):1625-33